×

Messaggio

EU e-Privacy Directive

Questo sito utilizza cookies tecnici e sono inviati cookies di terze parti per gestire i login, la navigazione e altre funzioni. Cliccando 'Accetto' permetti l'uso dei cookie, cliccando 'Rifiuto' nessun cookies verrà installato, ma le funzionalità del sito saranno ridotte. Nell'informativa estesa puoi trovare ulteriori informazioni riguardo l'uso dei cookies di terze parti e la loro disabilitazione. Continuando nella navigazione accetti l'uso dei cookies.

Visualizza la normativa europea sulla Privacy.

Hai rifiutato i cookies. Questa decisione è reversibile.
Stampa
Categoria principale: Notizie
Visite: 1790

IOS6 Wireless - Falso bug della notte del 19 settembre.

Il 19 settembre 2012 è stato reso disponibile l'aggiornamento di IOS 6 alle ore 19 ora locale. Come di consueto una miriade di utenti smaniosi di avere l'ultima versione del sistema operativo ha letteralmente intasato i server Apple e si è verificato un sintomo che ha spaventato numerosissimi possessori di iPhone e iPad. La fase finale di installazione dell'IOS prevede la configurazione dell'accesso wireless, selezionando il proprio punto di accesso, e per verificare la corretta installazione effettua un collegamento su questa pagina.  Probabilmente per il sovraccarico, la pagina per qualche ora non risultava accessibile, non consentendo quindi l'attivazione del wireless sul dispositivo. Considerando che questo problema si è verificato nelle ultime ore del 19 e nelle prime ore  del 20 in italia, ma negli USA dove si arriva anche a 9 ore di differenza, era tarda mattinata e primo pomeriggio e i centri assistenza Apple, gli AppleStore e vari genius sono stati subissati di chiamate tutte per lo stesso problema: il wireless non funzionava più! Qui la creatività del supporto è stata veramente vasta. I suggerimenti per la risoluzione del problema erano molteplici e prevedevano la disattivazione e successiva riattivazione del wireless, della modalità dati 3g, riavviare il router WI-FI, impostare dns diversi, ripristino del sistema e in molti sono ricorsi addirittura al downgrade alla versione 5. Alla fine ripristinato l'accesso alla pagina di test tutto è tornato magicamente a funzionare.